giovedì 4 luglio 2013

Tu es mon petit chou.


Tu es mon petit chou. Apparentemente sembrerebbe un po' un insulto. Letteralmente, "Tu sei il mio piccolo cavolo", non è che suoni proprio bene, avete ragione. Ma se pensate ai bigné (anche detti petits choux), allora il significato di quest'espressione appare manifestamente con tutta la sua dolcezza e tenerezza. "Tu sei il mio piccolo tesoro", dovremmo tradurre, o una cosa del genere. E' una frase molto tenera, a mio parere. I miei parenti, in Svizzera, la usano parecchio, soprattutto coi bambini. Ed ogni volta che mangio un bigné, penso: "Tu es mon petit chou". Sarebbe bello da dire tra fidanzati, magari si fa anche colpo, chi lo sa (oppure, se uno dei due partner sa cosa voglia dire realmente chou, può anche darsi che si arrabbi un po', all'inizio, no?). E, secondo voi, questi petits choux, che ho preparato con le mie manine, non sono degni di essere "il mio tesoro"? Okay, così sembra troppo "stile - Il signore degli anelli"! Gollum/Smigol mi chiederà i diritti d'autore, che ne dite? Speriamo di no. Allora vi regalo questi "tesori", la cui ricetta (semplicissima e notissima) spero custodirete e proverete. 
P.S. Ecco l'attimo della tenerezza: Voi, tutti voi che mi leggete, siete i miei "petits choux".


Ingredienti
Per la pasta choux
- 100 ml di acqua
- 100 gr di burro
- 100 gr di farina
- 1 pizzico di sale
- 3 uova (grandi)
Per la crema pasticcera
- 500 ml di latte
- 150 gr di zucchero
- 1 pizzico di bacca di vaniglia
- 1 pizzico di sale
- 60 gr di farina
- 4 tuorli d'uovo
Per la glassa di copertura
- 80 gr di cioccolato fondente 75% Venchi
- 1 cucchiaino di zucchero a velo
- 1 noce di burro
Per la cremina d'accompagnamento
- 60 gr di cioccolato fondente 75% Venchi
- panna liquida fresca q.b.


Preparazione. Cominciate dalla crema pasticcera. Al latte aggiungete 75 gr di zucchero, la bacca di vaniglia, il pizzico di sale. Mettete sul fuoco e portate ad ebollizione. Nel frattempo, in una ciotola sbattete i tuorli con il rimanente zucchero e la farina. Incorporate il latte caldo, mescolate bene e riversate nel pentolino. Mettete nuovamente sul fuoco e, sempre mescolando, aspettate che la crema si addensi. Spegnete il fornello e mettete la crema da parte. Se fate quest'operazione un giorno o la sera prima, vi trovate avvantaggiati, dal momento che la crema pasticcera verrà usata fredda. 
Passate alla pasta choux. In un pentolino mettete acqua, burro, sale. Portate ad ebollizione. Allora togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete la farina, mescolando con l'aiuto della frusta. Mettete il pentolino nuovamente sul fuoco (moderato), mescolate fino a quando l'impasto si stacca facilmente dalle pareti del pentolino. Spegnete il fornello, lasciate raffreddare. Quando il composto diventa semi-freddo, aggiungete un uovo alla volta. Lavorate bene con la frusta per far assorbire il primo uovo, aggiungete il secondo, mescolate di nuovo e solo dopo aggiungete il terzo uovo. Risulta una pasta liscia, omogenea e consistente. Mettete questo impasto in un sac à poche dal beccuccio non troppo largo. Formate dei piccoli ciuffetti sparsi su una teglia coperta di carta da forno. Infornate a 200° per circa 20 minuti. Fate ben attenzione a dorarli bene. Vi consiglio, poco prima di sfornare, di prenderne uno, aprirlo e vedere che dentro sia ben asciutto. Se così, potete tirare fuori i vostri petits choux. Metteteli da parte e fateli raffreddare. Appena sono freddi, con l'aiuto di un sac à poche col beccuccio allungato e piccolo, fate un forellino e riempiteli di crema pasticcera, che avete tirato fuori dal frigo e lavorata un po' con le fruste elettriche (così sarà più morbida ed agevole). Mi raccomando, non rompete i bignè, durante questa operazione. 


A questo punto preparate la glassa. A bagnomaria mettete il cioccolato, la noce di burro e un cucchiaino di zucchero a velo. Mescolate bene il tutto, fino ad ottenere una cremina lisca ed omogenea. Prendete ciascun bigné e, capovolgendoli, immergete la punta in questa glassa. Ponete i petits choux nel frigo, almeno una mezz'ora prima di servirli. Come cremina di accompagnamento, molto deliziosa e goduriosa (mentre ci siamo, facciamo le cose per bene ed intingiamo il bigné anche qui!), sempre a bagnomaria, mettete in un pentolino il cioccolato fondente spezzettato e, a vostro piacere e secondo la consistenza che desiderate, aggiungete la panna, mescolando sempre. Accompagnate con questa cremina (quasi calda) i vostri petits choux ripieni di crema pasticcera. Bon appètit.

Come potete vedere, non ho proprio resistito!

12 commenti:

  1. Che bello... coccoliamoci, abbracciamoci, spalmiamo tenerezza come fosse marmellata sul pane! :D Se mi parli anche in francese e mi delizi con questi dolcetti, la grande simpatia che ho già per te sale ancora di più, ehehe! Amo le ricette che sanno confortare... e hanno la forma tonda, che è davvero speciale! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, ti parlo in francese quando vuoi, sono stata in Svizzera quand'ero piccola ma qualcosa ancora ricordo ^^ La mia simpatia per te è già assoldata, ti ringrazio tanto :) La forma tonda, naturalmente, la preferisco anch'io ;)

      Elimina
  2. io ho paura a cimentarmi nella pasta choux...sono una fifona patentata!
    I tuoi sono divini, davvero.....roba da rubarne uno dal monitor ;)!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, lascia stare i timori e cimentati :) Con la tua bravura, farai faville :)

      Elimina
  3. Che meravigliosi!
    Sai che mi hanno mandato dei preparati glutenfree e nel pacco ci sono anche 2 confezioni di piccoli bignè da farcire e decorare, a questo punto mi sa che farò qualche cosa prendendo spunto dai tuoi per l'interno e la glassa.

    Tanto non riuscirei a farli bene come i tuoi...tanto vale usare le basi che mi hanno inviato :D
    Un bacione,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi farebbe tanto piacere che ti ispirassi alla mia ricetta per i tuoi bigné ^^ No, non dire che non riusciresti a farli bene, sono sicura che faresti un figurone anche senza quelli già preparati :) Io ti consiglio di provare, in ogni caso :)

      Elimina
  4. wow che belli questi pasticcini-ini-ini...adoro la pasta chou...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, piacciono anche a te ^^ Sono contentissima!

      Elimina
  5. Gnam gnam... Ma che squisitezza!!! Io non ho mai avuto la pazienza di preparare la pasta choux, quindi di solito o li prendo vuoti e li riempio o li compro già pronti in pasticceria... Ma vorrei tanto provare, mi piacciono un sacco! Mi unisco ai tuoi lettori! Un bacio!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Jessica, benvenuta sul mio blog :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...